Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Notizie dal Comune

Giovedì saranno presentati 75 Ispettori Ambientali.

mer 05 mar, 2014

CombiGiovedì saranno presentati 75 Ispettori Ambientali.
L’Assessore all’Ambiente Giuseppe Combi: “ L’Ispettore Ambientale è una nuova figura che si affiancherà ai cittadini con un importante opera di supporto ed assistenza”.



NETTUNO. L’arrivo in centro della raccolta differenziata Porta a Porta ha dunque chiuso l’ultimo tassello rimasto aperto consegnando l’intero territorio comunale della Città di Nettuno al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti.
Solo da pochi giorni si è concluso un nuovo ciclo di incontri con gli operatori di settori e commercianti per meglio rispondere alle loro peculiarità, ma è a tutta la cittadinanza che l’Amministrazione guarda con attenzione per evitare soprattutto che i cittadini possano incorrere in inconvenienti ed errori che alla luce dei controlli effettuati dalla Polizia Locale potrebbero sfociare in inevitabili multe per chi conferisce in maniera errata.
L’Assessore all’Ambiente Giuseppe Combi, si prepara a venire maggiormente incontro ai cittadini attraverso l’impiego di una nuova figura: quella dell’ispettore ambientale.
“Giovedì alle 15.30 nell’Aula Consiliare del Comune – spiega lo stesso Combi - presenteremo 75 ispettori ambientali che inizieranno da subito a prendere servizio in tutte le zone della città. Una figura che arriva a collaborare col cittadino, per un attività di supporto e assistenza preziosa e importante. A dire il vero alcuni di loro, essendo il servizio su base volontaria, già stanno operando dallo scorso 17 febbraio dando assistenza ai cittadini”.
Familiarizzazione col cittadino è l’obiettivo principale per una figura che innanzitutto mira ad informare quanto più possibile su come conferire correttamente i rifiuti. Continua nel frattempo l’attività di controllo da parte della Polizia Municipale che con una volante civetta espleta servizio su eventuali conferimenti in zone vietate: “Questo perché purtroppo una piccola minoranza dei cittadini continua a lasciare sacchetti di immondizia in zone oramai vietate – sottolinea Combi – Sapevamo che il centro avrebbe creato qualche inconveniente in più, e invito tutta la cittadinanza ad una maggiore attenzione, ma sono sicuro che accadrà quello che è accaduto in altre zone della città dove la differenziata è iniziata molto tempo fa e dove oggi tutto funziona perfettamente”. 

Condividi